Bisogno di assistenza
 

Sincronizzazione dati Ad Hoc Enterprise

parametri sincronizzazione datiIl modulo Sincronizzazione dati è particolarmente utile per le installazioni di ad hoc che riguardano gruppi di aziende che hanno esigenza di condividere dati ed impostazioni. Per garantire la massima flessibilità, per queste installazioni è possibile avere tabelle di configurazione distinte per singola azienda, oppure comuni a gruppi di aziende.
Ad esempio, in un’installazione, sarà possibile avere un piano dei conti per tutte le aziende manifatturiere e un piano dei conti per le aziende di servizi. Allo stesso modo, i pagamenti potranno essere condivisi fra tutte le aziende, così come le valute, oppure gli articoli, le causali di magazzino, ecc..

 

aziende sincronizzazione dati

Autoapprendimento
Anche se la configurazione del modulo deve essere gestita dal concessionario e comunque da personale tecnicamente competente, esiste la possibilità di configurare le regole di sincronizzazione in modo estremamente semplice, posizionandosi sulla gestione che si vuole sincronizzare e azionando un tasto funzione. La funzione risulta particolarmente utile perché garantisce la definizione delle regole per la gestione e per le tabelle correlate (figli).

Gruppi server e client
Le aziende, per ogni gestione, possono essere partizionate individuando chi eroga il servizio (server) e chi lo riceve. Ad esempio, si potrà stabilire che ogni volta che l’azienda Zucchetti Spa inserisce un conto, questo deve essere inserito nella Zucchetti COM, ma non nella Zucchetti Informatica.

Trascodifiche ed eccezioni
L’azienda può scegliere di condividere (sincronizzare) ogni dato partizionandone record e campi (righe e colonne della tabella). Le righe (record) possono essere scelte impostando condizioni di filtro, mentre le colonne possono essere eliminate (eccezione) inserendole nelle regole di configurazione (ad eccezione della chiave primaria). Per ogni campo sincronizzato, ad eccezione dalla chiave primaria, possono essere impostate delle regole di trascodifica. Così, ad esempio, se vengono sincronizzati i clienti, possiamo decidere di non sincronizzare la colonna categoria commerciale e di trascodificare il pagamento.

Regole di sincronizzazione
Le regole di configurazione comprendono il nome della tabella da sincronizzare e della gestione che la mantiene. Ad esempio potremo avere regole diverse per clienti e fornitori perché, pur essendo nella solita tabella, sono mantenuti da gestioni differenti. E’ possibile definire quali sono le aziende Server e quali le Client e quali sono i campi da NON SINCRONIZZARE, oppure quali sono quelli da sincronizzare con trascodifica.

regole sincronizzazione dati
 

 

 

Google+ Gruppo Edc è cashback Point Lyoness