Bisogno di assistenza
 

Area amministrazione e finanza

Contabilità generale

 

La Contabilità Generale può essere vista come punto di arrivo per alcune gestioni (Acquisti, Vendite, Cespiti, ecc.) e come punto di partenza per altre (Iva, gestione partite/scadenze, Schede Contabili, Bilancio e Ritenute d’Acconto). Nel primo caso vengono demandate alla contabilità le funzioni di controllo, di rettifica, di gestione delle operazioni di fine esercizio, del controllo formale della quadratura, della stampa bollati e degli adempimenti Iva; la responsabilità dei dati contabilizzati è quindi distribuita nei luoghi in cui i dati si formano. Nel secondo caso vengono demandate alla contabilità tutte le funzioni, dal controllo sostanziale a quello formale, dalla gestione delle operazioni di fine esercizio alla stampa dei bollati e agli adempimenti Iva; la responsabilità dei dati contabili è quindi concentrata nell’ufficio contabilità. La procedura permette la generazione automatica di scritture contabili di chiusura e apertura bilancio, scritture di assestamento, rilevazione differenze cambi a fine esercizio, nonché la contabilizzazione automatica dei documenti attivi e passivi, delle distinte bancarie di incasso/pagamento, degli acconti emessi e ricevuti e delle movimentazioni legate ai cespiti ammortizzabili, agli insoluti e alle ritenute d’acconto.

Piano dei Conti

Può essere strutturato su più livelli, a scelta dell’utente, fornendo un’ottima capacità di adattamento alle diverse realtà aziendali. L’imputazione dei dati avviene sui Conti e questi confluiscono su Mastri di raggruppamento. Ogni conto dovrà essere associato ad un mastro (di livello 1) che sarà associato ad un mastro di livello superiore fino ad arrivare ad un massimo di quattro livelli di mastro. Quello di livello superiore determinerà la sezione di bilancio dei singoli conti.

Conti/Mastri possono essere inseriti con codifica alfanumerica, tuttavia la struttura del codice è personalizzabile. Per Clienti/Fornitori è possibile attivare la codifica numerica con progressivo automatico.

Movimenti Primanota

I movimenti contabili vengono caricati (o generati automaticamente) in base alle impostazioni delle causali contabili. E’ così possibile impostare dei modelli di comportamento del programma da utilizzare eventualmente solo per registrazioni contabili intestate ad un determinato cliente/fornitore. Numerosi sono i legami tra le gestioni. Ad esempio, dalla visualizzazione schede contabili è possibile risalire alle singole registrazioni della primanota, all’elenco delle contropartite contabili, alle partite eventualmente generate, al documento del ciclo acquisti/vendite se il movimento deriva da una contabilizzazione automatica. Altro esempio, dall’archivio Conti è possibile risalire ai Saldi Contabili, definire la gestione partite e uno specifico modello per movimentare la contabilità analitica.

Gestione Partite

Le partite possono essere create contestualmente alle registrazioni contabili oppure extra contabilmente (Scadenze diverse). Possono essere partite di apertura, di chiusura oppure di acconto. Gli acconti vengono gestiti in modo automatico, il programma permette di chiuderli automaticamente in fase di conferma di una registrazione fattura in primanota. La funzione Saldaconto consente di chiudere più partite contemporaneamente selezionandole semplicemente da un elenco. Tramite un’apposita gestione le partite possono essere modificate, accorpate, divise e riscadenziate. Numerose sono le stampe disponibili: dalle stampe tipiche (elenco partite, Scadenziario, Estratto Conto …) fino ad arrivare a stampe più analitiche come quella del Cash Flow (su conti Banca/Cassa), Analisi Scaduto per partita con Interessi di Mora o la stampa Esposizione Finanziaria Clienti/Fornitori. Un’apposita funzione consente di verificare eventuale incoerenze tra situazione partite e saldi contabili. Per finire è presente la gestione delle Distinte di Incasso/Pagamento, con compilazione automatica o manuale, generazione dei file C.B.I. ed integrazione con la primanota. Da sottolineare, la gestione dei conti salvo buon fine, la contabilizzazione in base a data valuta effetti e la gestione dei bonifici esteri.

Gestione Iva

La gestione dell’Iva si basa sulla definizione di diversi codici Iva. Ogni codice Iva presenta diversi parametri che consentono al programma di distinguere i vari tipi di operazione e l’impatto sulle dichiarazioni (liquidazioni periodiche e annuale, Comunicazione Annuale Dati Iva, …). Le casistiche gestite sono numerose: Gestione automatica Iva Indetraibile compresa casistica del Prorata, gestione corrispettivi in ventilazione, Fatture ad esigibilità differita, Fatture di tipo Autotrasportatori, gestione Plafond Mobile/Fisso, Lettere di Intento Clienti/Fornitori, gestione IVA agricola.

Antievasione Iva e flussi telematici 2010

La gestione Antievasione Iva permette l’adempimento previsto dalla Legge 73/2010 di conversione del Decreto Legge 25 marzo 2010 n. 40 per cui i soggetti passivi IVA sono tenuti alla comunicazione delle operazioni effettuate nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata (c.d. Black List), esclusivamente per via telematica all’Agenzia delle Entrate e con cadenza mensile o trimestrale: la gestione estrapola i dati in base al periodo di competenza e genera il file riportando tutte le informazioni richieste.

 

Google+ Gruppo Edc è cashback Point Lyoness