Bisogno di assistenza
 

AD HOC YALA CARNE E INSACCATI

IL SOFTWARE GESTIONALE PER LA GESTIONE DELLE AZIENDE PRODUTTRICI DI CARNI.

DOPPIA UNITA’ DI MISURA
L’applicazione gestisce la doppia unità di misura sia per le giacenze articolo e lotto che per i movimenti di magazzino ed inoltre viene gestita un’apposta unità di misura per ordini clienti ed ordini fornitori e statistiche.

CONTABILITA’ AUTOMEZZI
L’applicazione prevede la possibilità di gestire la contabilità anche dei mezzi di trasporto per la tentata vendita.

CONTROLLO MEDIE
L’applicazione permette di controllare, mediate opportuni flags legati alla tipologia del movimento, che il peso medio del prodotto movimentato rientri nel valori anagrafici previsti considerando o meno un’eventuale tolleranza. Periodicamente è possibile verificare ed aggiornare i valori anagrafici inseriti a sistema.

CONTROLLO COSTI TRASPORTO
Vengono gestite le problematiche del controllo dei costi di trasporti per i trasporti effettuati da vettori (Vendite, Trasferimenti, Acquisti). Tramite opportune tabelle si possono gestire le tariffe per vettore / destinazione (cliente, località, regione o generiche) in funzione di peso netto o lordo, minimo tassabile, assicurazione, singolo ddt o spedizione (borderò). Vengono gestite tariffe al Kg, a bancale ed a singola consegna.

CALO PESO
L’applicazione permette di determinare il calo peso che un lotto registra durante la propria vita calcolando la differenze tra il peso medio di carico e quello di scarico.

MERCURIALI
Per ogni borderò e documento di trasporto in ingresso ed uscita possono essere gestite le movimentazione degli articoli di imballo e trasporto (Griglie, Pallet, Carrelloni, Casse, ecc.). La movimentazione permette di gestire una contabilità sia per cliente che per vettore.

INTERFACCIAMENTO PESO/PREZZATRICI
L’applicazione, completamente integrata con linee di pesatura Cigiemme e Bizerba ed aperto verso l’interfacciamento verso altri produttori, permette di inviare alle linee le righe d’ordine cliente e gestire la totalità delle informazioni che per comporre l’etichetta ricevendo di ritorno le pesate con le informa - zioni di lotto, scadenza ed eventualmente di SSCC. La struttura degli archivi gestionali permette di indirizzare la variante articolo/cliente su una specifica linea.

CONDIZIONI DI VENDITA
Gestione listino prodotto in base a listino camerale più eventuali sconti o maggiorazioni.

CONTRATTI E PREMI VENDITA
Si possono registrare i contratti di fornitura ed in base alle condizioni fissate nel contratto si possono calcolare in automatico i premi periodici. I premi possono essere calcolati con cadenze periodiche per scaglioni, famiglie ed articolo; possono inoltre essere assegnati a gruppi di acquisto, destinatari e destinazioni; possono inoltre gestiti premi extra (contributi volantino, contributi promo - ter, ecc.). E’ possibile inoltre gestire sia movimenti di contabilità generale che movimenti di costo in contabilità analitica. Il premio calcolato può inoltre abbattere gli importi provvigionali.

GESTIONE TERMINALI IN RADIOFREQUENZA
Tramite un’apposita procedura web, che può essere utilizzata indipendentemente dal modello di terminale, l’applicazione prevede la possibilità di evadere ordini clienti, ordini fornitori, effettuare inventari, verificare giacenze di magazzino. Sempre tramite una procedura web è possibi - le effettuare la registrazione dei capi in ingresso al macello.

ETICHETTATURA MERCE IN INGRESSO
La merce in ingresso, qualora non sia già etichettata con codice a barre, può essere etichettata o in fase di evasione ordine fornitore o in momenti del processo produttivo al fine di riconoscere articolo, quantità, lotto, data scadenza e fornitore in automatico durante la vita in magazzino. La procedura di etichettatura dei tagli prodotti riporta le obbligatorie informazioni di legge. Tale procedura può essere utilizzata sia dagli operatori di produzione che produrranno una etichetta di carrello che dagli operatori evasione ordini/confezionamento che produrranno una etichetta di prodotto leggendo parte delle informazioni dall’etichetta di carrello.

GESTIONE MANUTENZIONE MACCHINARI E STRUMENTI
L’ applicazione prevede la possibilità di imputare costi macchina/strumento, interventi manutentivi programmati (calendario manutenzioni) o straordinari che vengono poi registrati come costi per ogni macchina/strumento e confluiscono in automatico nel controllo di gestione. In questo modo il costo della Distinta base sarà aggiornato nel momento del versamento di produzione avendo così un costo di produzione sempre aggiornato. Il sistema gestionale prevede la possibilità di stampe periodiche scadenziate e la gestione di una videata delle macchine o degli strumenti da manuntenere, tarare, controllare, ecc.. Una volta registrata la manutenzione o il controllo o la taratura viene riproposta la manutenzione con nuova schedulazione.

QUALITA’ FORNITORI
Tramite la codifica di opportune tabelle di sistema ( Tipo e Classe affidabilità fornitore, Controlli qualità da eseguire, Valutazione non conformità, ecc..) vengono gestiti i rapporti di qualità e da questi tramite specifi- che elaborazioni periodiche viene analizzato il grado di affidabilità del fornitore. Il sistema permette anche di schedulare e gestire una determinata gamma di controlli (temperatura, integrità imballo, ecc..) da effettuare nel tempo in funzioni di variabili diverse (n° di consegne, qta consegna, ecc..). Per i fornitori nuovi non classificati è possibile codificare una serie di controlli da effettuare sempre ad ogni consegna.

TRACCIABILITA’ E CONTROLLO LOTTI
La procedura permette di ottenere una maggiore "tracciabilità" delle transazioni logistiche attraverso nuove dimensioni dei movimenti di magazzino:
- Lotti: Insiemi quantitativi di uno stesso articolo, resi omogenei dalla stessa partita di carico; la struttura del lotto può essere controllata in e gestita in ogni sua variabile. La gestione della rintracciabilità lotti e matricole permette di collegare al singolo lotto una serie di informazioni aggiuntive obbligatorie per legge al fine di garantire la corretta rintracciabilità.
- Ubicazioni: Sottoparti di un magazzino. Lo scarico di un lotto può essere ulterior - mente guidato dalla procedura attivando le funzioni:
- Consumo Automatico: Dopo l'imputazione del codice articolo, sulle righe dei documenti e movimenti di magazzino, verrà automaticamente proposto il lotto con data di scadenza più ravvicinata e data di creazione più vecchia (con una logica F.I.F.O.).
- Gestione date semaforo: Dopo l'imputazione del codice articolo e del lotto, sulle righe di ordini clienti evasi, documenti di acquisto e documenti di vendita, verranno controllate la data di maturazione, la data di vendibilità e la data di non vendibilità del lotto in modo da garantire sia che non venga venduto un lotto che non abbia raggiunto un tempo minimo di stagionatura sia che non sia acquistato o venduto un lotto che abbia una scadenza troppo breve. Inoltre dalla gestione delle date vendibilità e non vendibilità si ottiene il dettaglio dei lotti che devono essere smaltiti urgentemente perché a rischio deperimento. La procedura è corredata di diverse funzioni con le quali poter monitore la tracciabilità dei movimenti legati ad un certo lotto, così come la disponibilità di magazzino dettagliata per ubicazione e lotto. È possibile visualizzare e stampare tutti i movimenti logistici legati a certi lotti e/o ubicazioni, analizzare i lotti presenti all'interno di un'ubicazione e le ubicazioni dove risulta depositato un certo lotto di articoli al fine di facilitarne il prelievo (Picking Lotti) Infine avere il dettaglio dei lotti che sono in scadenza entro un certo intervallo di tempo, di quelli già scaduti, di quelli non maturati (contati a magazzino ma non vendibili), di quelli vendibili e di quelli vendibili con urgenza. 

PRODUZIONE

La procedura rappresenta un utile strumento per affrontare e risolvere le problematiche tipiche delle imprese di lavorazione carni, attraverso la conoscenza e l'utilizzo di tutte le informazioni necessarie per programmare e gestire la produzione. E' possibile memorizzare la composizione di ogni articolo (distinta base) con i materiali necessari e le lavorazioni da eseguire (cicli semplificati). Il costo di ogni articolo viene ottenuto considerando la somma dei costi dei materiali utilizzati e delle lavorazioni eseguite, considerando gli scarti, gli sfridi, i recuperi ed eventualmente una maggiorazione per computare i costi non esplicitati.

La produzione può essere gestita attraverso le 3 fasi fondamentali:
- Il caricamento di un piano di produzione;
- L'impegno dei componenti con relativo ordine del prodotto finito,
- Il carico da produzione del prodotto finito con relativo scarico dei componenti utilizzati nel processo di produzione.

Ad ognuna di queste tre fasi è associata una funzione della procedura; in alternativa è possibile gestire la produzione interamente dai documenti, conferendo alla procedura la flessibilità necessaria ad adattarsi ad ogni realtà aziendale. Inoltre l'utilizzo dei documenti permette una più completa interazione con gli altri moduli della procedura: è ad esempio possibile utilizzare le proposte di acquisto presenti nel modulo acquisti per la generazio - ne automatica di ordini alla produzione dei prodotti finiti, sulla base degli ordini da clienti, così come gli ordini a fornitore relativi ai componenti necessari alla produzione.

- Programmazione
La programmazione permette di produrre la necessaria reportistica per comunicare agli operatoti cosa devono tagliare e sezionare x ogni giorno. La programmazione tiene conto sia della tipologia di animale che si prevedere di ricevere sia degli ordinativi clienti.
- Distinta base
La distinta base definisce la composizione di un certo articolo di magazzino calcolata per unità di misura di stoccaggio oppure per di misura di stoccaggio alternativo; tutte le operazioni di produzione si riferiscono ad un articolo di magazzino con associata una certa distinta base.
La procedura gestisce così le distinte base variante: si possono infatti gestire compo - nenti che variano in base all'articolo di magazzino utilizzato nell'operazione di produzione. Inoltre, in base all'articolo di magazzino che in un determinato momento richiama la distinta base, potranno essere indicati uno o più componenti variante con i rispettivi coefficienti di impiego in funzione del cliente che movimenta l’articolo di magazzino. Per ogni componente è inoltre possibile determinare se la registrazione dello scarico a magazzino deve avvenire in fase di carico da produzione oppure in fase di stampa documento di vendita (es: imballi, film, etichette, ecc…)

- Cicli semplificati
Ogni distinta base può fare riferimento ad un ciclo semplificato, contenente l'elenco delle risorse (ad esempio prestazioni di manodopera) necessarie alla produzione dell'articolo relativo alla distinta. Per ogni risorsa deve essere indicata la quantità necessaria ed il relativo costo unitario. Questa associazione consente sia di avere un maggiore dettaglio informativo, sia soprattutto di ottenere il costo totale della distinta comprensivo oltre ai costi derivanti dai materiali,anche a quelli di lavorazione.

- Analisi Rese
L’applicazione può effettuare in qualsiasi momento il calcolo delle rese producendo report per:
- Rese giornaliere lotto x lotto
- Rese settimanali comparate con 3 anni precedenti
- Rese mensili comparate con 3 anni precedenti.

 

GESTIONI INFORMAZIONI AGGIUNTIVE
Ad ogni carico di produzione, quindi ad ogni lotto, è possibile registrare le variabili della ricetta di produzione codificate precedentemente in opportune tabelle.

- Analisi Costi e Consumi STD/EFF
La procedura consente di analizzare costi e consumi standard confrontandoli con gli effettivi dichiarati evidenziandone gli scostamenti a valore e in percentuale. I costi effettivi possono basarsi sui costi medi del periodo ma anche sui costi effettivi di ciascun articolo se la dichiarazione di produzione è stata fatta per un articolo gestito a lotti.

- Etichettatura merce prodotta
La merce prodotta può essere etichettata con codice a barre tramite il quale riconoscere articolo, quantità, lotto, data scadenza, provenienza e quant’altro si voglia rilevare in automatico. La procedura consente di etichettare tale merce sia nella fase di carico di produzione che di stampa delle lavorazioni da effettuare per reparto.

RICEVIMENTO/MACELLAZIONE

- Programmazione
La procedura consente di poter gestire x tipologia di animale la pianificazione di quale ciclo di crescita dovrà essere ricevuto in un determinato periodo al fine di poter programmare al meglio la produzione identificando eventuali carenze di materia prima per le quali si dovrà far ricorso al libero mercato. - Ricevimento ed Identificazione
La procedura che permette di rilevare in ingresso le informazioni necessarie x tipologia di animale al fine di permetterne la corretta rintracciabilità alimentare
- Tipologia Suini: Numero allevamento,
- Tipo prodotto, Trasportatore
- Tipologia Bovini: Numero allevamento,
- Tipo prodotto, N° Passaporto, Sesso, Data Nascita, BSE, Classificazione.
- Documentazione:
- Gestione Registro macellazioni.
- Gestione Certificazione Unificata di Conformità (CUC).
- Gestione Dichiarazione del Macello – AquA.
- Gestione Dichiarazione Comulativa del macello.
- Interfacciamento FOM.
- Acquisizione analisi FOM 

Google+ Gruppo Edc è cashback Point Lyoness